I VEDOVI ALLEGRI - secondo tempo

I VEDOVI ALLEGRI - secondo tempo Fausto è stato molto contento della mia "prestazione" e mi ha chiesto se ero disposta a lavorare tutti i venerdì sera con lui e altri 3 amici della stessa età. E' buona regola non andare con più di un uomo alla volta per via dei malintenzionati, ma era un'offerta continuativa, merce rara di questi tempi, e decisamente ben pagata. Abbiamo fatto una prova il venerdì seguente. Mi ha presentato i suoi amici Aldo, Romeo e Bruno, ufficialmente tutti vedovi e tutti over 70. Erano gentili, puliti, ben vestiti come lui e mi hanno fatto addirittura il baciamano. Subito, da buon padrone di casa, Fausto ci ha fatto accomodare intorno al tavolo della cucina, dove aveva preparato un rinfresco tipicamente romagnolo composto da 2 bottiglie d'acqua minerale, 4 bottiglie di Trebbiano, crostini di pane, salame, prosciutto e mortadella affettati. Erano tutti molto nervosi e si sono limitati a bere il vino. Io invece, mi sono spazzolata due crostini col salame e un bicchiere d'acqua. Una professionista non deve bere alcolici in servizio e, trattandosi di 4 clienti assieme, a maggior ragione dovevo mantenere il controllo. I "vedovi allegri" non hanno mangiato niente ma, in compenso, hanno mangiato me con gli occhi. Ammiravano il mio body senza spalline che evidenziava le tette, la mini-minigonna che lasciava intravedere le mutande, e le gambe impreziosite da calze a rete e scarpe coi tacchi alti. Nessuno di loro osava muovere un dito. Allora ho dovuto prendere io l'iniziativa. Ho chiesto a Fausto di mettere un po' di liscio e li ho disposti in fila in piedi, uno di fianco all'altro. Guidata dalle note di "Ciao mare" di Casadei, ho fatto il solito strip-tease tenendo solo le scarpe. Poi mi sono chinata e ho abbassato pantaloni e mutandoni a ciascuno di loro. Mi sono ritrovata davanti a quattro cazzi di varie dimensioni, di cui due mezzi duri ed altri due volenterosi, ma ancora decisamente fiappi. - Qualcuno di voi ha preso il Viagra o farmaci simili? Fausto e Bruno hanno detto di sì, Aldo e Romeo di no perchè soffrono di cuore. Ecco, questo è un altro esempio di professionalità. Certo non sono un medico, ma se il cliente è anziano oppure ho il sospetto che abbia dei problemi di salute, devo salvaguardare lui e anche me. Tornando ai 4 uccelli, me li sono strusciati ad uno ad uno sul viso baciandoli delicatamente. Quando è partita "Simpatia", Fausto e Bruno erano già pronti e li ho spompinati contemporaneamente, alternando mani e bocca. Così speravo anche di eccitare gli altri due. CONTINUA

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!